Mia Nonna era per il Divorzio

Il disegno.
Il mio tormento.
Il mio angolo.
La giusta posizione.
Le mie idee.
Un giorno forse di pioggia trovai una penna, un foglio, un cartoncino e iniziai a disegnare.
Nessuno mi insegnava niente, ero sola e quel foglio mi fece tanta compagnia.
Da allora disegno, e quando non lo faccio, come in questo periodo mi sento come una donna a cui manca la borsa, e se ne rende conto per strada, che strano sono uscita senza l’ho dimenticata.
No non può succedere, eppure a volte dimentichiamo le chiavi, un borsello, gli occhiali da sole, un foglietto per le note. Mai tutta la borsa.
Non noi donne.
Senza il disegno sono persa, vivo, vivicchio come se mi mancassero le sigarette, ma non fumo, mi manca, ho deciso che riprendo, e riprendo, appena posso, nel mentre ho preso un vecchio album di disegni e ne ho fotografati alcuni, siate clementi avevo sedici anni, e non sapevo molte cose, ma disegnavo tanto, tutti i giorni.

Mia nonna paterna era per il divorzio, figlia di dodici voleva fortemente che mio padre si separasse dalla prima moglie.
Kella sta nguaiata e te nguaia pure a te.
Stamane sono stata nel giardino e credo di aver sentito ancora la sua voce.

E li chiamano morti.
Leggo le sue parole negli occhi di coloro che si credono vivi, che passano senza respirare, sono coraggiosa, di un coraggio spavaldo, perché guardo negli occhi anche il male, il dolore, è un accordo che allunga la vita, un giorno tutto potrà servirmi.

Tu mi servi, tu maestro della morte e del danno mi occorri.
Perché no potremo essere amici, io non posso combatterti, ma potrei indurti a fare quello che voglio.
Aspetta che devo decidere cosa voglio davvero e sia più innocuo per me.
Perché spostare menti è facile, ammorbidire i giorni è solo frutto di eliminazioni. Di cose inutili.
Sarai sempre una cosa, inutile che tu pensi di essere una persona, sei un immagine di un disegno. Un codice alfanumerico che qualcuno sta alimentando perché crei una fontana che zampilla.

Mia nonna era per il divorzio.
E mio padre era per il senso di responsabilità poi che lo chiamasse amore, è tutta un altra cosa.
Ah dimenticavo in giardino c’era anche mio padre stamattina, e pensava, ma quanto coraggiosa sei !
È coraggio o mancanza di valori ?
Cosa sono i valori, cosa vale davvero?
L altrui stoltezza degenerata.
Oggi a spasso per il web ho letto l’ ennesima eresia :” La nostra vita così come È”.

Mia nonna si sarebbe strappata la sottana di dosso purché accettare una frase simile a scandirle i giorni, mia zia (sua figlia) si sarebbe strappata le calze.
Personalmente non ho mai accettato la vita così come È.

Più più di una volta ho combattuto.

Non importa se ho vinto o perso, ma ho guardato bene in faccia il mio interlocutore, come stamane senza accettare quello che mi veniva detto.

Combattere è scoprire non assecondare.

 

image

Autore: La Grazia e il contatto

Yoga e meditazione

27 pensieri riguardo “Mia Nonna era per il Divorzio”

      1. La posizione sul divorzio è di natura personale. C’è chi crede che il divorzio sia la fine della coppia, del matrimonio. Altri pensano che è un modo per non superare i momenti di crisi, Altri un comodo mezzo per capire se il rapporto funziona.
        Io sono convinto se la coppia funziona esserci o non esserci il divorzio, questa va avanti. Ma affinché funzioni, si deve partire in due col piede giusto. So di essere generico ma alla fine si dovrebbe scrivere un saggio

        Mi piace

      2. Il mondo è bello perché vario ci sono uomini e donne che concepiscono fuori dal vincolo come la vedi può continuare l idillio ?
        Poi tua moglie è in salute metti che una moglie perdesse la ragione, la vista, o altro di sicuro si crea un bivio non credi ?

        Piace a 1 persona

      3. Nel primo caso il divorzio cade a pennello. Se un uomo cerca una donna fuori del rapporto, non importa come sia, vuol dire che è tutto finito. Quindi è meglio dare un colpo secco.
        Nel secondo caso, se c’è amore e rispetto si accetta anche l’infermità.

        Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...