I Barren

Chi legge i miei stessi libri impiegherà un nano secondo a capire a cosa mi riferisco. Ma per coloro che non ne hanno idea lascio una breve spiegazione. Sono una persona che per anni ha letto manuali e libri illustrati per bambini, cose che mi insegnano qualcosa . Poi da una manciata di annetti meno di due sono passata a un unico autore che chiamo esploratore del crimine.

Succedono un sacco di cose brutte nel mondo che nessun giornalista vi dirà almeno non in Italia e ho provato a leggere giornali americani niente neanche li. Questo autore invece vi va liscio inbarzellettendo la storia con milioni di cose, e spifferando realtà parafrasando con retorica e metafore. Ebbene un gruppo di ragazzini scorrazza nelle fogne luride fino alle braghe e attraversa tutta la città. Io sono nella stessa situazione attraversando questa città che è una fogna rovesciata emersa. E mi rendo conto che non posso sperare in niente se non in me stessa.

E in ramingo ingegnere che mi sta sistemando le carte che tre generazioni di tecnici non hanno saputo risolvere. E mio padre pagava e paga tutt’oggi già sento la sua voce rauca che vorrebbe dire la sua. Per risolvere e affrontare i problemi serve un’ A. D. non ve lo traduco ma stamane ho ritelefonato a questo ing chiedendogli lei è un A. D. ? Tutti lo diventano quando si tratta di soldi e spero mi farà ste carte. Nel mente sogno ragazzi che piastrellano un rudere in cui entrano fili morbidi di tralicci da parete a parete in orizzontale, una volta avevo un libro dei sogni che aggiornavo ogni mattino ma oramai alcuni sogni sono così poderosi che restano impressi. E stamattina questi ragazzi hanno messo mano al cantiere ovviamente abusivo. Tra il rammarico dell’anzianissimo nonno di cui non hanno la stirpe, eh eh la stirpe se non la prosegui ti tieni questi cervelli avanzati.

Poi dulcis in fundo penso alla Grazia a scampia pubblicano King ma come ci starebbe il libro della Grazia? Non guardate me che non andrei mai a promuoverlo mai non sono mica una suicida. C’è chi vuole il miracolo e lo chiama potere magico 🧙 di stregoni e fattucchieri dì archiatri e canestrieri. Ieri ho visto il film Manma ho perso l’aereo dove un bambino se la cava fino alla fine, ma il ladro quando lo prende gli dice una frase che non ricordavo Ti strappo le dita a morsi, e il bambino si salva solo perché interviene un vicino nell’indifferenza generale. Guardatemi non sono io il vicino non è l’anno della Grazia questo ma se proprio volete il libro pescatelo negli articoli precedenti che è a metà prezzo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...