Dica trentatré

oppure dica olio di lino, oppure vernice per il vetro, dica qualsiasi cosa ma mi dica come sta.

Pensando a tutti coloro i quali vengono qui e mi scrivono che i disegni che faccio sono belli, mi sento di ringraziarvi e di spiegare cos’è per me il disegno da sempre.

Siete pronti ? Spero di non impressionarvi troppo, ma per me disegnare o sperare di arrivare con la mano a dove il pensiero arriva a volte a vedere, è una storia che mi accompagna fin dalla prima infanzia, e siate buoni se i bambini vi imbrattano tutto, hanno un mondo interiore sconfinato.

Per molto tempo non ho disegnato, quando persi mio padre credo di essere rimasta ferma così a lungo che non so, non so come ho fatto a riprendere forse ascoltando musica o perché piangere è una perdita di tempo inutile. Di recente ho avuto tra le mani nel rimettere in ordine due disegni, niente di che anzi orrendi, perché presi da un grande della storia, che non era bravo perché si impegnava, ma aveva il talento.

Ognuno di questi disegni dista dall altro una manciata di anni e dimostra dove sono, il ruscello che ho attraversato, e i mari….. Insomma il viaggio, puoi perderti, smettere di sentire emozioni, ma prima o poi riprenderai la matita in mano e la grafite disegnerà le cicatrici che non vuoi vedere, è tutto il dolore, lo butterai su un foglio.

Poi un giorno lo rivedrai e penserai non ai lineamenti, non alla tecnica ma a cosa hai affrontato, e contro cosa hai combattuto, l armatura buttata su carta, e lì tutta la tua vita.

ah detta così sembra tragica ma è un successone, è come se una pittrice gira tante volte non intorno a un vulcano, falsamente sornione, e Pam assesta calci contro il cielo, e Pam grida alla Luna, e poi fissa un disegno bruttino e si intenerisce, momento che ve lo faccio vedere ….ogni scarrafone è bello a mammina sua

 

 

image

Ecco correva l anno credo 98 e avevo fatto dei viaggi da incorniciare, e disegnavo prendendo dai libri di figurine, pupazzetti, ero tutta cuoricini e amavo la vita.

Questo disegno l’ ho fatto su un vetro che incornicia alcune foto, anche i dalmata e una donna nei gigli bianchi……dipingere su lastre di vetro è traslucente, e un girono lo rifarò…..

Generavo nelle persone sentimenti diversi  se mi dovessi definire per come mi vedevano gli altri dierei illusa, use your illusions e andrai a sbattere, eppure basterebbe dire a mia discolpa che ho studiato su tanti testi di storia, ma non c’è scritto un……

image

 

Questa mostruosita è un tunnel un binario 9 e 3/4 è casa mia, piena di luce da accecarne, ma un baratro appena chiudevo quella porta, non ricordo più il disegno che c era sotto Axl Rose, Banderas, una modella, mostri, coprii tutto perché io sono luce, e quando le tenebre devastano questo mondo gli tiro la lanterna dietro, non sarà molto ma che ci crediate o no è nel corridoio a ricordarmi la strada fatta camminando con il sorriso, sempre, quello mi è rimasto.

il color bronzo, per millenni l’ uomo modella in cera per poi colare il bronzo e dargli forma, io ho usato il color rame per coprire e infondere energia a un periodo citato da Dante dovunque, ma a capirlo Dante non basta leggerlo e studiarlo…..

image

 

Ed ecco qua i miei mostriciattoli, due disegni a distanza 2011 contro 2018

quello piccolo è 2011 ero me , la me , me.

dopo il disegno 2018 ho deciso di far pubblicare il libro, della serie, fai una pausa dai.

tutto sommato disegnare è terapeutico, non mi abbandonate, prometto la prossima volta solo disegni belli, ma sentivo di doverne scrivere.